Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2017

31 maggio, 23° tappa cammino da Bandeira a Outeiro 17km.

Ciao amici senior, penultima tappa del lungo Cammino verso la tomba di San Giacomo.
È vero che è stato un cammino molto faticoso, costoso (rispetto al francese un 30/40% in più) x mancanza di appoggi come alberghi municipali, è anche vero che è stato “costruito” x unire molti cammini, alcuni nuovi di recente realizzazione, ma posso dire che ho visto e vissuto tanta libertà in queste pianure infinite come in nessun altro Cammino.
…Oggi tappa tranquilla 17 km fino a Outeiro. Mi alzo tardi alle 7,20 sono al bar a fare colazione, poi con tutta tranquillità mi avvio x la tappa di oggi.
Sì cammina su stradine secondarie senza traffico immersi in una fitta nebbia che avvolge tutto, passo x delle fattorie dove si sentono solo le mucche e i maiali, anche i cani sono tranquilli.
È bello poter camminare così, sapendo che non hai tanti km, c’è soltanto una lunga discesa fino a Ponte Alla, dai 290mt a 60mt, per poi risalire fino a Outeiro dove c’è l’albergo municipale.
Arrivo presto al Ponte, mi fermo x riposare e bere un caffelatte, (oggi sono un po’ raffreddato) e poi passo al supermercato x la spesa di oggi. L’albergo è completamente isolato, non c’è nulla intorno. Carico lo zaino e riprendo il Cammino x altri 3,5km di salita fino a Outeiro. Alle 12 sono all’albergo, ci sono già 4 pellegrini, prendo posto, lavo il tutto e aspetto che arrivi la responsabile x la registrazione.
Felix
Annunci

Read Full Post »

30 maggio. 22° tappa da Lalín a Bandeira 23km.

Questa mattina ho deciso di partire più tardi, la tappa non è lunga è quasi tutta in piano. Alle 7,20 sono in cammino lungo la N525 x un paio di km, devo seguire la nazionale x uscire da Lalín.
La nazionale è molto trafficata, per fortuna dopo poco il Cammino si immette su una strada sterrata in mezzo alla campagna. Passo tutta la zona industriale di Lalín, molte fabbriche meccanica pesante e Officine di macchine agricole. Arrivo a Laxe ( qui inizia il Cammino Sanabrese) c’è un albergo municipale che sapevo chiuso, passo dal bar li vicino e mi dicono che è aperto da 10giorni.
Bevo un caffè e poi mi rimetto in cammino, è una passeggiata rispetto al cammino d’inverno. Qui si sente la vicinanza di Santiago,tutto o quasi tutto è ok. Sentieri in boschi di eucalipto sono il segno che sei in Galizia, l’eucalipto è ovunque, è un albero di crescita veloce e rende bene. Case molto belle, ben curate, piene di fiori. Passo il paese di Silleda, qui ero distratto e non mi  è sono accorto della freccia e ho sbagliato strada, due km in più.
bty
Dopo un paio d’ore arrivo a Bandeira, so che qui c’è l’albergo municipale, faccio un po’ di fatica a trovare il cartello, molto piccolo. È molto carino e nuovo. Mi registro e prendo posto 6€ il costo di tutti gli alberghi municipali in Galizia.
Oggi la tappa termina qui.
Domani sarà una tappa corta come questa.
Felix
Foto: Albergo municipale

Read Full Post »

Sole splendido con una bella arietta in quota che non faceva sentire il caldo!!!!!

 

latabelladellincrociodel101

La tabella dell’incrocio del 101 è sempre una tentazione di libertà, ma tanto per farci la gamba siamo arrivati fino al passo di Tartano.

l'anzianopastoreDSCN4871.JPG

L’anziano pastore del baitone Salini, appena sotto il passo, ci ha accolti contento…. incontra talmente poca gente!!! E’ in attesa della imminente salita del gregge al pascolo alto e impegna il tempo nella manutenzione dei barecc…. la baita  era aperta, pulita, arredata e la baita dormitorio aveva pure la legna per il camino…. la classe non è acqua

DSCN4881.JPG

Come sempre alle 13.30 le nuvole da nord scuriscono in cielo…. rapida discesa per il pranzo alla baita Camoscio.

Volendo si potrebbe ancora sciare nella valletta sotto il Cavallo….. peccato per la pietraia

l’itinerario è stato questo

Screenshot passo di tartano 2017-05-28 21-21-33.png

Guarda le altre foto QUI

Read Full Post »

29  maggio 21°tappa da Rodeiro a Lalín  25km.

Ciao amici senior.
Oggi è l’ultima tappa del Cammino d’Inverno.
Ieri sera dalle nove a mezzanotte ha piovuto come se non piovesse da mesi.
Speravo che questo non succedesse x via del fango e acqua che oggi troverò sui sentieri.
Alle sette partenza, il cielo è limpido, seguo le indicazioni che la signora dell’hostal mi ha dato per individuare il Cammino, seguo la strada asfaltata per un paio di km, poi trovo la freccia gialla del Cammino, il paesaggio tutto intorno è avvolto in una fitta nebbia. Poi dopo un centinaio di metri il Cammino continua nel bosco di quercia e betulle. Inizia il fango e grandi pozzanghere d’acqua, questo x parecchi km. Ogni tanto trovo una fattoria, mucche, e cani…. è un vero problema, molti sono liberi e si avvicinano abbaiando e ringhiando, e non sempre c’è qualcuno che li richiami.
21a tappa web 20170529_104534.jpg
Continuo di buon passo, a parte il problema cani il Cammino è veramente bello, sono immerso in una foresta di ginestre dei Carbonai, di querce, e betulle. È un percorso di continue salite e discese e di fango e acqua. Poi incontro Eva una ragazza spagnola che avevo già incontrato in una precedente tappa, si cammina un po’ con lei, poi ci salutiamo, io ho un passo diverso, ci diamo appuntamento a Lalín. Il tempo verso le 11 cambia, minaccia pioggia, mi metto la mantella e copro lo zaino. Poco dopo piove x una decina di minuti. Manca poco alla fine tappa, forse meno di mezz’ora. Camminare in queste campagne è come essere fuori dal mondo. Trovo un vecchio contadino con le due mucche, mi fermo e faccio una foto, voglio fermare questi momenti in una foto del volto di quest’uomo.
Alle 12 arrivo a Lalín, grosso centro urbano, cerco l’hostal, chiedo informazioni a una signora. Poco dopo sono all’hostal Las Palmeras, che avevo contattato la sera prima. Anche oggi è finita la tappa, domani camminerò verso Laxe e da lì inizia il Cammino Sanabrese che mi porterà a Santiago.
Ciao
Felix

Read Full Post »

28 maggio,   20°  tappa da Monforte di Lemos a Rodeiro. 32km

Ciao amici senior, ciao Luigi.
Oggi giornata piena e particolare.
Alle sei mi alzo non piove, bene mi preparo e alle sei e trenta sono in cammino, seguo la strada asfaltata LU 617 una secondaria, voglio evitare il fango, questa notte ha piovuto tanto, cammino veloce, non passa un’ora che inizia a piovere sempre di più, metto la mantella e i copri pantaloni, piove forte, passa una macchina e si ferma, la raggiungo e mi chiede dove vado, vado a Chantada, ci va anche lui è mi dice se voglio un passaggio…. grazie lo accetto, piove troppo e sono già tutto bagnato. Alle 8.20 siamo a Chantada, scendo e mi dico ora cosa faccio qui a quest’ora, ok faccio la tappa successiva che va a
20esima tappa IMG_20170528_105205.jpg
Rodeiro, 27km di sentieri e stradine, e molta salita. Guardo il GPS  vedo che è possibile fare un buon tratto su asfalto, almeno 10km, vado. Il tempo non da tregua, continua pioggia e sole, mettere e togliere la mantella, il paesaggio è molto bello, campi coltivati a patate e allevamenti di mucche. Il solo problema sono i cani, due oggi mi hanno fatto passare 5minuti di paura per fortuna li hanno richiamati, qui i cani sono come Leoni, enormi e cattivi. Arrivo al passo di Porto do Faro 870mt, seguo le frecce, passo per il parco Eolico, ricomincia a piovere sempre di più, mi riparo sotto una quercia, mi rivesto e continuo il Cammino, non c’è nessuno, non una traccia, niente. Finalmente dopo poco esce il sole, cammino x strade di campagna con molte fattorie, la Galizia è una regione molto bella. Alle 14.10 vedo un grosso paese, spero che sia la mia meta. È Rodeiro e c’è il mercato. Cerco l’hostal, ed è alla fine del paese. Oggi qui è festa grande, tutti i bar cucinano il 🐙 . Mi sistemo e mi faccio una mega doccia, lavo il tutto e poi vado a mangiare, oggi ho dato tanto.

Felix

Read Full Post »

27 maggio, 19°tappa da Quiroga a Monforte di Lemos 29km+_

Ciao amici senior, ciao Luigi.
Dopo una giornata di riposo, problemi alle ginocchia, oggi ho ripreso il mio cammino verso Santiago.
Ieri parlando con il responsabile dell’albergo turistico, della tappa di oggi, mi ha detto che era possibile accorciare il tragitto percorrendo x molti km la vecchia statale LU 933 che con una deviazione a Puebla de Brollón, evitando tutte le salite e il fango. Ottimo, farò questa tappa seguendo le indicazioni. Così posso accorciare di molti km la tappa (33km).
19a tappa_ web MG_20170527_140939.jpg
Ore 6,45 sono in cammino, spero che le ginocchia non mi facciano fermare, seguo la vecchia statale, non c’è traffico, qualche auto ma niente camion, cammino bene, sono immerso in una nuvola di umidità, il bosco è tutto un vapore, questa notte ha piovuto forte e la terra è piena d’acqua. Ho fatto bene a fare questa strada. Passo dei piccoli nuclei di case, vuote, abbandonate, peccato vedere tanta desolazione, abbandono, campi coltivati patate, alberi di frutta, molti cani che ogni volta che passo vicino a una casa mi fanno saltare, tranne uno che mi ha fatto passare in attimo di indecisione…libero e aggressivo…passo con difficoltà, non c’è nessuno che lo richiama. Arrivo a Puebla de Brollón, un paesino carino, bar chiusi, oggi è sabato molti aprono tardi, e qui in Spagna…molto tardi, sono le 11,30, ok vado avanti. Mancano 10/12km di sentieri immersi nella campagna. Trovo una persona, un vecchio che passeggia sul sentiero, mi fermo a parlare, e mi racconta le stesse cose che ormai sento da tutti i vecchi che incontro… prima qui c’erano molte persone che lavoravano nei campi, ora sono tutti in città, e qui rimaniamo solo noi anziani… Che tristezza. I solo giovani che incontro o corrono a piedi o in bici. Finalmente arrivo a Monforte di Lemos capitale de la Ribeira Sacra, con la torre del Homenaje,un bel ponte romano, e il monastero benedettino di San Vincente da Pino del X Sec.  Ora devo cercare un hostal, qui non ci sono alberghi municipali o privati, qui solo Hostal o Hotel. Leggo gli appunti, e l’hostal che mi hanno consigliato e per me troppo fuori, ne cerco uno più sul cammino e possibilmente in città. Ok trovato, hostal de Ponte, sul cammino. Entro e prendo posto. Dopo andrò a visitare la città.
Felix
Foto:  Monforte di Lemos

Read Full Post »

Dice Renato:

Ciao,
non si va in montagna per mangiare, ma un buon piatto rende
il ricordo dell’escursione più piacevole, eccome…

val biandino 2017-05-27 14-43-29.png

 
report e foto della bella e lunga escursione alla Madonna della Neve
con lauto pranzo qui:
tutte le foto qui

Read Full Post »

Older Posts »